ARCHIVIO DEGLI SCRITTI DI PIETRO ICHINO
HOMEARTICOLISAGGILIBRISLIDESINTERVISTECERCA

LE DUE FACCE DEL LAVORO PRECARIO
Corriere della Sera, 14 marzo 2006

Sul tema della crescente precarietà del lavoro entrambi i poli farebbero bene a chiarire meglio i rispettivi programmi. Né l’Unione, né la Casa delle libertà sono riuscite a darsi una strategia credibile su questo terreno, anche perché sembra mancare a entrambe un’analisi e una diagnosi precisa del male da curare. Il male non sta nel fatto che ci sia per tutti una prima fase della vita lavorativa nella quale si è meno stabili e garantiti: questo, anzi, favorisce la ricerca del lavoro nel quale ciascuno dà il meglio di sé; il male sta invece nel fatto che tendono ad aumentare i casi in cui il lavoratore non riesce a uscire da quella fase, a raggiungere col tempo una ragionevole sicurezza.



scarica

inoltra

stampa