ARCHIVIO DEGLI SCRITTI DI PIETRO ICHINO
HOMEARTICOLISAGGILIBRISLIDESINTERVISTECERCA

FUMO: QUANDO IL RISCHIO E' VOLUTO
Corriere della Sera, 6 agosto 2006

Tempi duri per i poveri fumatori: la settimana scorsa un rapporto presentato al Parlamento britannico ha raccomandato di qualificare il tabacco insieme all' alcol come droga, quindi come sostanza vietata; ora - è notizia di ieri - il commissario Ue all' Occupazione e alle Pari opportunità, Vladimir Spidla, rispondendo all' interrogazione della deputata Catherine Stihler al Parlamento europeo, dichiara che non costituisce discriminazione vietata, secondo il nostro diritto comunitario, il rifiuto di assumere un lavoratore perché fumatore. L' orientamento della Commissione Europea su di una questione giuridica di questa natura non è vincolante per i giudici degli Stati membri. Lo sarà però la sentenza della Corte di Giustizia di Lussemburgo, se e quando essa verrà investita della questione; e, sulla base della sua giurisprudenza precedente in materia di discriminazioni, oltre che in materia di tutela della salute, è probabile che essa confermi il responso del commissario Spidla.



scarica

inoltra

stampa